Vai al contenuto

VET IN 3D: il primo seminario di progetto a Lisbona

Dal 28 al 30 settembre scorso Uniser ha partecipato al training event “AN INNOVATION FAIR FOR THE VET SECTOR“, che è stato il primo seminario nell’ambito del progetto KA2 VET in 3D. 

Il progetto VET in 3D è un progetto Erasmus+ iniziato a novembre 2020, che cerca di creare maggiori opportunità per le organizzazioni VET di scambiare pratiche e discutere di innovazione; migliorare le competenze del personale degli istituti VET sulle metodologie didattiche innovative e aumentare la consapevolezza sulle 3 dimensioni del VET considerate come motori primari di eccellenza: educazione all’imprenditorialità; integrazione sociale; apprendimento abilitato attraverso la tecnologia (TEL), con l’obiettivo finale di innovare l’offerta VET in Europa attraverso un’intensa azione di sviluppo delle capacità, indirizzata agli insegnanti di VET.

I partner del progetto sono: 

L’evento si è svolto a Lisbona – con delle sessioni aperte alla partecipazione online, ed è stato ospitato da INETE (Instituto de Educação Técnica). Per le organizzazioni coinvolte nel progetto è stata la prima opportunità di lavorare insieme, scambiare idee e raccogliere spunti in presenza, dopo mesi di lavoro online.

PRIMO GIORNO – ENTREPRENEURSHIP

Il primo giorno dell’incontro si è focalizzato sull’imprenditorialità: durante la sessione mattutina sono state presentate diverse best practices dei partner del progetto. Le best practices consistono in progetti realmente esistenti, che hanno portato frutti e che visualmente hanno aumentato lo spirito di imprenditorialità degli studenti provenienti da scuole e centri di formazione VET. 

Questo è stato possibile, ad esempio, attraverso progetti business realizzati all’interno della scuola, oppure attraverso il supporto da parte della scuola ai neodiplomati nell’apertura di una start-up.

La sessione pomeridiana del primo giorno si è aperta con un workshop per sviluppare il senso di imprenditorialità nello staff dei centri di formazione e delle scuole VET. Il workshop si focalizzava sulla scrittura dei progetti Erasmus+ e sullo sviluppo di un mindset idoneo per la scrittura.

Il pomeriggio si è concluso con una visita all’Impact House – un ostello green a Lisbona, che realizza tante idee interessanti per eliminare impatto negativo sull’ambiente, ospita diversi giovani volontari provenienti da tanti paesi del mondo e  offre spazio a diverse organizzazioni per realizzare i loro workshop all’interno della struttura (yoga, psicoterapia di gruppo, ecc.).

SECONDO GIORNO – SOCIAL INCLUSION

Il secondo giorno è iniziato con una presentazione volta ad integrare il tema della giornata precedente, con il tema della giornata in corso – l’inclusione sociale. 

INETE ENSINUS ha presentato un’iniziativa sociale con un business model interessante: all’interno dell’istituto è stata formata un’iniziativa chiamata OPTIBEST, grazie alla quale i clienti comprando un paio di occhiali ad un prezzo basso, garantiscono un paio di occhiali a una persona che ne ha bisogno, ma non se li potrebbe permettere. Durante il pomeriggio abbiamo avuto l’opportunità di vedere il ‘negozio’ all’interno della scuola.

Durante la mattina sono state presentate ulteriori best practice, sempre concentrate sul tema dell’inclusione sociale: ad esempio dei programmi di integrazione degli studenti immigrati, fondi per la spesa per gli studenti più poveri oppure l’implementazione di approcci individuali agli studenti con difficoltà nell’apprendimento.

Durante il pomeriggio abbiamo avuto l’opportunità di scambiare idee sulla creazione di un sistema idoneo della inclusione sociale all’interno di VET.

La giornata si è conclusa con una visita a Associação Humanidades, un’organizzazione che offre alloggio e aiuto nell’integrazione nella società per madri minorenne senza appoggio delle loro famiglie.

TERZO GIORNO – TECHNOLOGY ENHANCED LEARNING (TEL)

La sessione del terzo giorno si è concentrata sugli strumenti digitali utili per l’apprendimento. Sono stati presentati diversi strumenti digitali, sia per gli studenti che per gli insegnanti, tra cui due sviluppati da Uniser: Erasmus Learner Journey – e-learning per i partecipanti alle mobilità VET e la piattaforma Moving Generation per la gestione delle mobilità.

Il pomeriggio è iniziato con una simulazione degli strumenti presentati durante la sessione di mattina, dopodiché ci sono stati dei workshop sulla digitalizzazione all’interno delle scuole, in cui abbiamo ragionato sui punti più deboli di TEL all’interno delle scuole VET e dei centri di formazione.

L’evento si è concluso con una visita all’Università di Lisbona: durante la visita abbiamo visto due progetti degli studenti, in cui hanno creato dei videogiochi che insegnano vari concetti, che a volte gli insegnanti trasmettono utilizzando metodologie molto meno creative. Abbiamo anche avuto l’opportunità di provare alcuni giochi in realtà virtuale.

Categorie

VET IN 3D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: