Vai al contenuto

Mettetevi comodi, l’avventura a Praga sta per cominciare

Dobrý den! Sono Anna, da Sassuolo. State tranquilli, farò del mio meglio per non annoiarvi! Intanto mettetevi comodi, l’avventura sta per cominciare. 

Mi chiamo Anna Busani, ho 18 anni e abito a Sassuolo. Frequento il liceo linguistico Formiggini e ho appena iniziato la quinta, finalmente! Quest’estate sono stata un mese a Praga, per un’esperienza lavorativa, grazie ad AltERnativo. Praga è una città splendida, sono stata molto soddisfatta di questa meta. Non conoscevo per niente la Repubblica Ceca, infatti è stato anche un modo per  imparare una nuova cultura e conoscere un nuovo paese a me sconosciuto.

Partecipare al bando AltERnativo è stata una proposta della scuola: la prof di inglese ci ha presentato il progetto che mi ha attratta fin da subito. Avevo già sentito parlare di questa esperienza gli anni scorsi e tutti erano stati molto contenti. Poi quando ho avuto l’occasione, l’ho colta al volo. Sinceramente non pensavo di essere presa; quando ho avuto l’esito è stato non eccitante, di più. Un’esperienza all’estero è sicuramente una cosa da fare nella propria vita. Ogni volta torni a casa diversa, con qualcosa in più, la valigia con cui eri partita pesa il doppio, ma non di souvenir e regali, pesa di nuovi elementi, nuove emozioni, nuove sensazione che arricchiscono il proprio bagaglio personale. Parlo personalmente, perché l’anno scorso ho vissuto un trimestre in Francia, ma da Praga sono tornata ancora una volta diversa. Ho deciso di partire per conoscere una nuova cultura e in particolare per conoscere ed entrare in contatto con il mondo del lavoro, un mondo a me sconosciuto, ma che molto presto diventerà routine. Poi l’idea di vivere insieme ad altri ragazzi, di condividere e organizzare le giornate insieme mi affascinava. Partire per questo tipo di esperienza era mettersi alla prova, vedere cosa potevo combinare ancora una volta lontana da casa. Tutte queste aspettative con cui sono partita, si sono realizzate. Volevo farmi un’idea del lavoro che vorrei fare in futuro e ora ce l’ho.

Mi chiedete se avevo paura all’inizio? Abbastanza, ma è poi passata in fretta ed è stata solo un brutto e vecchio ricordo. Avevo paura per la lingua, perché del ceco non conoscevo neanche una parola, ora invece so qualche parola. La lingua non è stato un problema, perché parlavano tutti inglese, soprattutto al lavoro, era una cosa incredibile, anzi nessun dipendente sapeva il ceco. Lavoravo insieme a due miei compagni di viaggio, eravamo nell’ufficio Risorse Umane di una grande azienda internazionale. La cosa che mi ha colpito fin da subito è l’ambiente lavorativo di questo ufficio. I dipendenti provenivano da diversi paesi del mondo, ma era come se fossero un’unica famiglia. Parlavano inglese come se fosse la loro lingua madre ed in un certo senso era come se fossero contenti di venire a lavorare. Dalle loro facce leggevi una sensazione di gioia in quello che facevano, di grande ospitalità nei nostri confronti e una mentalità fortemente aperta. 

L’esperienza è stata senz’altro una base di crescita in tutto. Stare 8 ore al giorno dentro un ufficio e avere delle mansioni da compiere responsabilizza molto, ti aiuta ad avere fiducia in te stessa. Dal punto di vista personale è stato anche un modo per conoscere ancora una volta me stessa, ho scoperto cose di me che non sapevo prima. 

Questa esperienza la consiglio assolutamente! Partite, andate all’estero, buttatevi! Almeno iscrivetevi al bando, date il meglio di voi alle selezioni, mostrate chi siete e tirate fuori qualcosa in più. Ne varrà veramente la pena. Molti magari preferiscono fare la vacanzina all’estero invece di lavorare, ma io vi dico che vi piacerà tantissimo lavorare. Vedere un ragazzo in un’azienda a 18 anni, che compie un lavoro che fa un adulto laureato e con molta esperienza, e avere un esito positivo, regala un orgoglio e una gioia che non si avrà mai più, perché un’occasione così si ha soltanto una volta nella vita.

Quindi, riassumendo un po’: sfruttate questa occasione e iscrivetevi a un bando di Uniser, non ve ne pentirete! Io se potessi ripartirei anche subito!

Anna Busani

Categorie

News

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: