Vai al contenuto

Con il Virtual Mentoring non sarai mai solo!

In questi giorni c’è un progetto in atto che ci entusiasma davvero molto. Da sempre abbiamo cercato di essere efficaci nella comunicazione e nel rapporto tra azienda e altri: tra noi colleghi, con le aziende con cui collaboriamo e con i ragazzi in mobilità. Crediamo fortemente che quello comunicativo sia un ambito estremamente importante, un tassello così speciale nel nostro lavoro da necessitare continue attenzioni. Ecco da un po’ di tempo abbiamo deciso che volevamo concentrarci per trovare una modalità nuova ed efficace per poter avere un contatto ancora più diretto con i ragazzi durante la loro esperienza di mobilità.

La pratica ci ha insegnato che, specialmente con i più giovani, è necessario essere al passo con i tempi e trovare i canali di comunicazione specifici per stabilire un rapporto ed essere un sostegno efficace durante queste esperienze tanto importanti per la crescita personale.

Come star vicino e aiutare le centinaia di tirocinanti che ogni anno arrivano in Italia per un’esperienza di mobilità formativa?

Virtual Mentoring

L’idea è stata sin dall’inizio quella di rendere il tutoraggio ai ragazzi, che si trasferiscono per qualche settimana nel nostro paesepiù facile e di immediato accesso, creando un canale privilegiato. Dopo numerosi confronti e tante considerazioni è nato il Virtual Mentoring: un canale WhatsApp dedicato esclusivamente alla comunicazione tra tirocinanti e tutor. Rapido ed intuitivo, il Virtual Mentoring sfrutta uno strumento che i giovani conoscono come le loro tasche e, tramite la nota applicazione per smartphone, garantisce un interscambio di informazioni efficace e puntuale. Il servizio è pensato per essere attivo dal lunedì al venerdì: durante gli orari di attività del Virtual Mentoring l’operatore risponderà alle domande e si renderà disponibile per ogni questione da risolvere o attività da migliorare.
E che succede se la sera, prima di dormire, ad un giovane alla sua prima esperienza internazionale sorge prepotente un dubbio riguardante la prima giornata di lavoro… basterà un breve messaggio nella chat dedicata e al mattino il tutor in carico risponderà prontamente appena prenderà servizio. Il tutto avverrà in inglese e rimarrà registrato nella chat per essere sempre a disposizione, in modo accessibile ed accurato.

Se tutor o tirocinante si rendono conto che si palesa un argomento particolare di cui discutere, qualcosa che richiede maggiore attenzione di una semplice indicazione tecnica, via chat sarà possibile prendere un appuntamento (fisico) privato con il tutor di riferimento, un momento di confronto in cui affrontare il problema e trovare una soluzione.

Ovviamente il Virtual Mentoring non è pensato per la gestione delle emergenze. Per quello abbiamo un numero telefonico speciale, attivo 24 ore su 24. In caso di incidente o problematiche di salute inattese o imprevisti di tipo grave il primo contatto dovrà però sempre essere il 112, il numero unico di emergenza in tutti gli stati europei. Solo in seguito ci si dovrà rivolgere al numero di emergenza interno Uniser per un ulteriore supporto.

Come dicevamo, questo progetto ci entusiasma e forse avrete capito il perchè… il Virtual Mentoring è il classico esempio che ci rispecchia: sempre alla ricerca di una soluzione innovativa e geniale, per chi decide di non cristallizzarsi nei soliti clichè ma di migliorarsi ogni giorno, facendo un passo alla volta fino a ritrovarsi a correre.

Categorie

News

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: